Brevi cenni di razza - Studio Veterinario Pineschi Angela

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Continuando la navigazione accetterai il loro uso.Accept Read More
Privacy & Cookies Policy
Vai ai contenuti

Menu principale:

Brevi cenni di razza

I bassotti

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Germania.

Classificazione F.C.I.: Gruppo 4 - bassotti.

Bassotto Tedesco a pelo corto - (Kurzhaariger Teckel)
Nella classificazione F.C.I., il gruppo 4 è quello che contiene il minor numero di razze; sono nove diverse varietà di Bassotto, che si differenziano per il pelo e per la statura. Tutti i tipi di Bassotto hanno origine comune. Ha origini molto antiche.

La storia del bassotto non può dirsi recente, ma si sviluppa attraverso diversi secoli”. Il primo libro pubblicato sui Bassotti risale all’anno 1885 e l’autore fu R.Cornell. Nel 1888 il Colonnello Emile Ilgner ed il Conte Klaus Hahn fondarono il “Deutscher Teckel Club”, il quale ha dato un notevole incremento alla razza; allora erano iscritti solo i soggetti di taglia normale, quelli più piccoli vennero selezionati più tardi.
Due anni dopo la fondazione del Club di razza, nel libro di allevamento risultavano iscritti 386 esemplari a pelo corto.
I Bassotti a pelo corto costituiscono la base di partenza e da esso sono derivati tutti gli altri tipi di pelo. L’incrocio tra i vari tipi di pelo è severamente vietato dalla Federazione. È tra i cani più conosciuti del Mondo.
In Germania è, insieme al “Pastore tedesco”, il cane nazionale.

Aspetto generale

Cane di piccole dimensioni, anacolimorfo aberrante bassotto, dolicocefalo. Razza bassa sugli arti, allungata, compatta. Nell’aspetto è vigoroso, con muscolatura solida. Il suo portamento della testa è fiero, con espressione intelligente. Malgrado la sproporzione fra il corpo lungo e gli arti corti, non deve apparire né sgraziato, né pesante, né intralciato nei movimenti, né deve sembrare smilzo ed ondeggiante come una donnola.

Carattere

Razza estremamente affettuosa e devota nei confronti del proprio padrone e della famiglia. Con questa razza non esistono problemi di incompatibilità. È un cane che riesce sempre a farsi capire ed a comunicare con le persone. È un perfetto cane da compagnia, date le sue grandi qualità caratteriali. Razza molto generosa. È allegro e vivace. Razza piuttosto intelligente ed ubbidiente. Adattissimo per stare a contatto diretto con i bambini. Razza ottima per tenere sempre in casa o in appartamento.

Come per le altre due taglie il nano si suddivide in base al tipo di pelo in:

- bassotto nano a pelo corto
- bassotto nano a pelo lungo
- bassotto nano a pelo duro


Colori ammessi: unicolore e bicolori. Unicolore fulvo, fulvo-giallo, giallo con o senza striature nere. Bicolore nero cupo o bruno o grigio o bianco con focature bruno-ruggine o gialle disposte sopra gli occhi, ai lati del muso e sotto il labbro inferiore, nell’interno delle orecchie, sul petto, nella parte interna delle cosce, sui piedi, intorno all’ano e di li fino sul primo terzo o alla metà della coda.

Difetti più ricorrenti:  prognatismo, enognatismo, mascella deviata, mancanza di denti, colori del mantello diversi da quelli indicati nello Standard, posteriore scorretto, arti torti, movimento scorretto, chiusura incrociata, costruzione gracile, andatura pesante, piede divaricato, dorso insellato, occhi gazzuoli, orecchie con attaccatura troppo alta, cranio troppo largo o troppo stretto, monorchidismo, criptorchidismo.

 
 

ALIMENTAZIONE DEL BASSOTTO

Una volta ricevuto il vostro cucciolo di bassotto dalle mani di un allevatore, la sua dieta consisterà esattamente nello stesso cibo (stesso tipo, stessa marca, possibilmente agli stessi orari) usato dall’allevatore fino a quel momento.

Se decidete di cambiare tipo di cibo per il vostro bassotto, cercate di farlo in maniera lenta e graduale in modo che questa non abbia conseguenze con il sistema digestivo del bassotto e non lo faccia soffrire di uno stress tanto inutile quanto evitabile.

Un modo efficace per cambiare il cibo del bassotto e le sue abitudini è quello di mischiare il cibo nuovo a quello vecchio in maniera sempre maggiore – fino a far abituare il vostro bassotto alla vostra scelta in maniera totalmente naturale.

Una volta che il vostro cucciolo di bassotto è pronto per passare dal cibo per cuccioli a quello per cani adulti, allora starà a voi trovare il cibo per bassotti più adatto ai gusti (esigentissimi) del vostro lungo amico.

Qual è il miglior cibo per bassotti?

Quando si parla di cibo per cani, va subito precisato che qualsiasi tipo di crocchetta secca di alta qualità è perfetta per il vostro bassotto, la scelta va sempre fatta su consiglio del vostro veterinario che vi consiglierà l'alimento più idoneo al vostro cucciolo.

Per essere sicuri di aver scelto l’alimentazione del bassotto più adeguata, vi consigliamo di dare un’occhiata a sintomi come strani cambiamenti di peso oppure secchezza della pelle: in presenza di questi elementi, infatti, vi consigliamo di cambiare  l’alimentazione del vostro cane bassotto provando a scegliere un diverso tipo di crocchetta.

Se il vostro cane dovesse mostrare di non apprezzare il cibo – insomma, se proprio dovesse mangiarlo a forza o non mangiarlo del tutto  – allora vi consigliamo di cambiare l’educazione alimentare del bassotto cambiando marca delle crocchette.

Quanto mangiano i bassotti?
Le porzioni di cibo per cani devono  sempre essere determinate dal livello di attività del vostro bassotto, dal suo peso, dalla sua età e dalla sua taglia.
Come regola generale, comunque, vi consigliamo di non lasciare cibo costantemente a disposizione dei vostri bassotti (esempio: una ciotola sempre piena di crocchette a loro disposizione) visto che questo può facilmente portare a problemi come l’obesità del vostro bassotto.

È sempre utile, invece, creare un vero e proprio orario dei pasti preciso per il vostro bassotto ed attenersi a questo ogni giorno.

In linea generale vi consigliamo di far mangiare i vostri bassotti una o due volte al giorno sempre allo stesso orario. Tre volte al giorno se si parla dell’alimentazione dei cuccioli di bassotto.

 
03/06/2015
Torna ai contenuti | Torna al menu